Regio IX Circus Flaminius Colonna di Marco Aurelio bassorilievi

Nel fregio a rilievo che copre la Colonna sono rappresentate le guerre di Marco Aurelio contro i Germani, Marcomanni, Quadi e i Sarmati. Come nella Colonna Traiana, la narrazione ha inizio con il passaggio dell'esercito romano su un ponte attraverso il Danubio. Allo stesso modo, a metà altezza, una Vittoria divide due serie di episodi, la prima forse riferibile alle campagne degli anni 172-173, e la seconda probabilmente a quelle del 174-175 d.C. Sparisce quel senso d’umanità e di pietà verso i vinti che traspariva dalla colonna traianea e il racconto bellico diviene crudele e spietato. I corpi dei barbari si stravolgono in ritmi angolosi e distorti. La narrazione si fa più drammatica e assume toni miracolistici nella rappresentazione di Giove che salva l'esercito romano accerchiato dai Quadi, mentre stava per morir di sete. Nei bassorilievi, considerati meno raffinati rispetto alla colonna di Traiano, viene frequentemente rappresentata la figura dell'imperatore. Le rappresentazioni furono realizzate con lo stile plebeo o popolare che si stava cominciando ad affermare in quegli anni, soppiantando così lo stile aulico o classico.