Regio IX Circus Flaminius Area Sacra di largo Argentina le modifiche di età imperiale

Lungo il lato occidentale sono i resti in elevato della Curia Pompeia (4), che costituiva il punto di contiguità con il grande complesso del teatro. L'imperatore Domiziano (81-96 d.C.) modificò le strutture, restaurò i templi uniformandoli con facciate continue, scalinate e decorazioni tipologicamente affini. Fece costruire un pavimento di travertino, segno distintivo dell'area. A ovest, dietro i templi B e C, è visibile un grosso basamento di tufo, che appartiene, ormai con certezza,alla base della Curia di Pompeo, cioè il luogo dove, a volte, si riunivano i senatori di Roma, reso celebre per l'uccisione di Giulio Cesare alle Idi di Marzo del 44 a.C. La conferma ci perviene dalla nota di Cassio Dione Cocceiano, che riporta come la curia fosse tra due latrine (3) di epoca imperiale, in effetti presenti su i due lati. Un altro intervento risale al III secolo inoltrato, quando venne eretto un muro che univa i fronti dei templi (almeno sicuramente dei templi A e B) in modo da ricavare delle stanze di servizio tra tempio e tempio. Probabilmente qui ebbero sede gli uffici (2) dai quali dipendevano gli acquedotti e la distribuzione del grano, unificati all'epoca di Settimio Severo in un'unica amministrazione che dipendeva da un curator aquarum et Minuciae, e spostati poi in epoca costantiniana.

Descrizione immagine