Regio XI Circus Maximus Tempio della Fortuna Virile 

databile ai secoli II e I avanti Cristo che e' ormai identificato con certezza con il tempio di Portunus, il dio protettore del vicino porto fluviale . Preceduto da una scalinata, l'edificio tra i migliori conservati a Roma, presenta quattro colonne sul fronte, mentre sui fianchi e sul lato posteriori sono semicolonne addossate alla muratura. Nell'872 divenne chiesa col  nome di Santa Maria Egiziaca, che fu concessa da Pio V agli Armeni e abbellita da Clemente XI  insieme all'annesso ospizio, demolito nel 1930.