Roma Antica Scavi di Ostia Antica numero di mappa 16 Tempio di Roma e Augusto Regio I 

All'estremità meridionale del Foro ci sono i resti confusi di un tempio, innalzato agli inizi del I secolo d.C. dell’edificio si è conservata solo la sottostruttura, costituita da corridoi e stanzette. Il tempio era dedicato alla dea Roma e al divinizzato imperatore Augusto. Il capo del culto era un sacerdote nominato a vita, il flamen Romae et Augusti era una funzione riservata alla classe dirigente di Roma. Era aiutato da un guardiano del tempio (aedituus). Da un'iscrizione conosciamo il nome di uno di questi: Q. Ostiensis Felix, uno schiavo liberato della città. I frammenti del frontone posteriore, tra i quali spicca una statua di Vittoria sono stati in parte ricomposti, su di un muro moderno costruito appositamente presso il lato orientale. Sulla sommità della sottostruttura c'è una statua della dea Roma che in veste di Amazzone poggia il piede sul globo terrestre, a simbolo del dominio romano su tutto il mondo: la statua è ora collocata sul fondo del tempio dove probabilmente era anche in origine.