Palazzi di Roma Musei Vaticani Museo Pio Clementino Sala Rotonda Statua di Ercole 

Statua colossale di Ercole, in bronzo dorato (alta m 3.8), opera romana: fu ritrovata a Campo dei Fiori presso il Teatro di Pompeo nel cortile del Palazzo Pio Righetti. Fu ritrovata sotto una lastra di marmo con inciso sopra le lettere F C S (Fulgur Conditum Summanium); la statua fu sepolta perché colpita da un fulmine secondo l'uso dei Romani. La statua, con la faccia schiacciata dal colpo ricevuto quando precipitò dal piedistallo, raffigura un giovane Eracle appoggiato alla clava, con i pomi delle Esperidi nella mano sinistra (l’Esperidi erano figure della mitologia greca, figlie della notte, secondo la leggenda, custodivano il giardino dei pomi d'oro di Era). L'opera, forse ispirata a un modello di scuola attica, databile tra il 390 e il 370 a.C., è stata variamente datata tra la fine del I secolo d.C. e gli inizi del III secolo d.C.