Palazzi di Roma Musei Vaticani Museo Pio Clementino Galleria dei Candelabri Sezione V 

75 Statua di Apollo con testa di Selene

In origine la statua rappresentava il dio Apollo che reggeva la cetra e aveva un leogrifo (creatura fantasiosa metà leone e metà aquila) ai suoi piedi. Fu trasformata in una Artemide/Selene e venduta ai Musei nel 1788 dallo scultore Francesco Antonio Franzoni. La statua è rappresentata con la faretra e l’arco della cacciatrice, aggiunti all’originaria statua di Apollo che reggeva la cetra e aveva un leogrifo (creature fantasiose metà leoni e metà aquile) ai suoi piedi, questo ultimo venne modificato in un cane della razza canina greyhound.

227 Statua di Diana

Statua  proveniente forse dall'area del Porto di Traiano presso Ostia. La Dea della caccia e dei boschi è qui espressa, con il cane ai piedi, l'arco nella sinistra, in atto di prendere colla destra una freccia dal suo turcasso, (custodia destinata a contenere frecce) idea favorita, e spesso replicata dagli antichi Scultori.