Palazzi  di Roma Palazzo Altemps Museo Nazionale Romano piano Terra la statua dell'Athena


Nel 1627 a Campo Marzio nei pressi di Piazza della Minerva è stata  rinvenuta questa statua  in diversi frammenti; fu dato incarico a Alessandro Algardi, che la completò ampiamente la restaurò e la integrò. Seguendo quanto voluto dalla committenza del cardinale Ludovisi, che desiderava possedere un'Atena del tipo allora presente nella collezione Giustiniani, l'Algardi immaginò una dea Atena di modi seicenteschi. Le parti aggiunte sono chiaramente individuabili dal diverso colore del marmo. L'attributo del serpente consente di riconoscere nella statua originaria, una raffigurazione di Igea, figlia di Asclepio. Athena è dea della Sapienza, della saggezza, tessitura, delle arti e degli aspetti nobili della guerra. E' sempre raffigurata con la civetta e l'ulivo. Il suo scudo detto Egida le fu donato dal padre Zeus. Spesso è ritratta con l'elmo che ha la testa della Medusa donatale da Perseo. Non ebbe mai marito o amante per cui era detta Parthenos, cioè vergine. Per i romani era Minerva.