Palazzi di Roma Palazzo Altemps Museo Nazionale Romano piano Secondo Galata suicida

 

Il re di Pergamo, un'antica città dell’Asia Minore,  Attalo I, ottenne un'importante vittoria sui Galati, una popolazione celtica appena giunta in Asia Minore che aveva saccheggiato e imposto tributi nella regione senza trovare opposizione, il re fece costruire, a ricordo della vittoria, un monumento trionfare, ora è andato perduto, sull’acropoli della città, chiamato Donario di Attalo. Il Galata suicida, è una copia romana in marmo, del I secolo a.C. di una statua in bronzo di Epigonos realizzata intorno al 230-220 a.C. L'opera originale, assieme al Galata morente, conservata nei Musei Capitolini di Roma, faceva parte del Donario di Attalo. Il rinvenimento delle due sculture nei pressi degli Horti Sallustiani già di proprietà di Giulio Cesare porta a ritenerle copie simboliche commissioniate da Cesare stesso a ricordo delle sue vittorie contro i Galli, popolazione celtica d'Occidente.