Rione Ripa Fontane di Roma Fontana del Mascherone di Santa Sabina Piazza Pietro D'Illiria

È così detto l'artistico manufatto del barocco romano, di pregevole fattura, (un mascherone racchiuso nella valva di una conchiglia disegnata da Giacomo Della Porta 1593 ed eseguito dello scalpellino Bartolomeo Bassi) che nel 1936,  a cura di Antonio Munoz, venne posto ad ornamento di un elegante vasca termale di granito egizio, entro una nicchietta in laterizio ricavata nel muro antistante la chiesa di Santa Sabina a sinistra dell'ingresso minore al giardino o parco degli aranci. Proviene dal Campo Vaccino, fortunatamente scappato ai guasti e alle dispersioni seguite alla sistemazione di quella importante zona archeologica. La vasca di granito grigio sulla quale era originariamente collocato il mascherone e che costituiva l'abbeveratoio delle mandrie di buoi che liberamente pascolavano nel Foro Romano, fu fatto trasportare da Pio VII,  Chiaramonti a Montecavallo, come allora si chiama l'attuale Piazza del Quirinale, per ornare la fontana dei Dioscuri. Il mascherone venne invece sistemato come fontana nella zona del lungotevere dove poi sorse il porto Leonino al quale sopravvisse per alcuni anni fin quando nel 1897, fu trasferito nei depositi comunali per essere poi definitivamente collocato nella piccola piazza dell'Aventino.