Rione Ponte Fontane di Roma  Lungotevere Tor di Nona

Stele-Fontana del Teatro Apollo. Il piccolo e strano monumento venne eretto nel 1925 per ricordare, con una ampollosa epigrafe, il vecchio e glorioso teatro Apollo, che fu il massimo tempio della lirica romana, edificato nel 1667 e demolito nel 1888 per la sistemazione degli argini del Tevere. Si tratta di una stele marmorea, decorata con i classici simboli teatrali (lira, mascheroni, corone di alloro), sovrapposta ad un sarcofago romano e inserita nel parapetto fluviale. Sulla stele, realizzata con disegno dell'architetto Cesare Bazzani, venne incisa la seguente iscrizione dettata da Fausto Salvatori  

IL TEATRO APOLLO

SVLLE PIETRE DELL'ANTICA TORRE ORSINA

A FASTI E GLORIE D'ARTE MVSICALE

APRÌ LE DORATE SCENE

E DOVE FOSCHEGGIÒ TORRE DI NONA

LIBERA SI DIFFVSELA PVRA MELODIA D’ITALIA

DEL “TROVATORE” IL XIX GENNAIO MDCCCLIX

DI “UN BALLO IN MASCHERA” IL VII FEBBRAIO MDCCCLIII

QVI DOVE SUL TEATRO DEMOLITO

PASSA L'ANTICA STRADA ROMANA

IL GENIO DI GIVSEPPE VERDI

AFFIDA L'ETERNA MELODIA CANORA

ALL'ARIA AL SOLE AL CVORE VMANO

A RICORDANZA DELLA TORRE

DEL TEATRO DEL GENIO CREATORE

IL COMVNE DI ROMA POSE

ANNO DOMINI MCMXXV

Un bel sarcofago strigilato raccoglie l'acqua proveniente da un piccolo tubo inserito in una valva di conchiglia posta alla base dell'epigrafe.