Quartiere Flaminio - Parioli Fontane di Roma Fontane dei Delfini gemelle con code incrociate Piazza Perin Del Vaga 

Edificio dell'Iacp, civ. 8-14, Fontane dei Delfini (gemelle). La piazza a esedra antistante il grande edificio delle Case Popolari realizzato nel 1926 da A. Limongelli, E. Wittinch e M. De Renzi, è adorna di due fontanelle: una, davanti ai cancelli d'ingresso distinti con i numeri civici 8-9; l'altra, di fronte al civ. 14. Sono collocate su un basamento di forma circolare cui si accede salendo un gradino. Il piano calpestabile è in sampietrini e il bordo in travertino. Ogni fontana è acentrica e posta verso il palazzo che in quel tratto ha la facciata concava. Ciascuna di esse è costituita da due pilastrini cilindrici su ognuno dei quali posa un delfino che, poggiando la grossa testa sul pilastro, alza la coda che si unisce in alto a quella dell'altro delfino, formando un fastigio. Le fontane sono provviste di tre tazze: una centrale di forma circolare, posta tra i due pilastrini e sorretta da un fusto, e due laterali, semicircolari, addossate a ciascun pilastrino verso l'esterno. L'acqua fuoriesce da quattro beccucci: due, inseriti nelle bocche dei delfini, la versano nelle vaschette laterali; due, posti sui pilastrini verso l'interno, la mandano entrambi nella vasca centrale.