Chiese di Roma Rione Sant'Angelo Chiesa Sant' Ambrogio della Massima

È su via di Sant'Ambrogio, presso il Portico d'Ottavia, e l'appellativo Massima gli deriva dal vicino sbocco della Cloaca massima nel Tevere. Eretta, secondo la tradizione, sulla casa paterna del santo, fu la sede della comunità religiosa della sorella Marcellina. Successivamente la pianta  fu rielaborata a croce latina. Nell’annesso convento vi entrarono le Benedettine, che vi rimasero fino al 1860, quando furono espulse dalla Santa Sede perché decretavano illecitamente il culto ad una loro consorella, una certa Agnese Firrao, riconosciuta come mistificatrice. Da allora subentrarono i monaci Benedettini. Nella cappella privata del convento è affisso un affresco, staccato dal portico della chiesa medesima e trasportato su tela,  del pittore Antoniazzo Romano raffigurante la deposizione di Cristo.