Chiese di Roma Rione Monti Chiesa Sant’Andrea al Quirinale Cappella di San Stanislao Kostka

La cappella si compone di tre tele: la pala d’altare “Apparizione della Vergine a Stanislao” dipinto di Carlo Maratta, la tela sulla sinistra “Estasi di San Stanislao “dipinto di Ludovico Mazzanti e la tela di destra “Comunione di San Stanislao” dipinto da Ludovico Mazzanti.

La famiglia Maratta originaria della Dalmazia per sfuggire alla dominazione turca aveva attraversato l'Adriatico e si era stabilita nel borgo San Germano di Camerano dove il 15-5-1625 nacque Carlo Maratta. Amante della pittura presto si stabilì a Roma, nella bottega di Andrea Sacchi, uno dei maggiori artisti della Roma del tempo. Nel 1655 Fabio Chigi fu eletto papa e contribuì ad arricchire la fama del pittore tanto da diventare il massimo pittore di Roma della seconda metà del Seicento, principe degli accademici di San Luca (un'associazione di artisti di Roma con lo scopo di elevare il lavoro degli artisti al di sopra del semplice artigianato), morì a Roma,15-12-1713.

Ludovico Mazzanti nato a Roma 5-12-1686 in una famiglia di nobili origini, trascorse l’infanzia a Orvieto, città d’origine dei suoi genitori. Uno dei suoi primi lavori fu il progetto per il mosaico superiore del portale centrale della facciata del Duomo di Orvieto. Nell’anno 1700 si trasferì a Roma per studiare pittura ed entrò nella bottega del pittore genovese Giovan Battista Gaulli detto Baciccia subì l’influenza  del suo maestro e di G. Lanfranco, quella di Carlo Maratta, principale esponente della corrente classicista, legata agli ambienti dell’Arcadia e dell’Accademia di S. Luca. Morì a Viterbo 29-8-1775.

La volta della cappella “Gloria del santo” di Giovanni Odazzi. Nato a Roma, 25-3-1663–Morì a Roma, 6-6-1731.