Chiese di Roma Rione Pigna Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola Cappella Sacripante

L'altare è chiuso ai lati da due colonne verdi su cui poggia il timpano spezzato, con angeli adoranti. La cappella è dedicata a San Giuseppe, nel 1629 ne acquisì il patronato il marchese Scipione Lancellotti e vi venne traslato il corpo di San Luigi Gonzaga. Nel 1709 la cappella venne concessa al cardinale Giuseppe Sacripanti, che affidò ad uno degli allievi più brillanti di Carlo Fontana, Nicola Micheletti l'incarico di restaurare l'ambiente e a vari artisti la decorazione pittorica. I lavori si conclusero nel 1713. Lo stemma della famiglia si trova sui plinti delle colonne e alla base dei candelabri in bronzo posti sull'altare.

Altare: Francesco Trevisani, La morte di San Giuseppe. Lunetta destra: Francesco Trevisani, L'ultima comunione di San Luigi Gonzaga. Lunetta sinistra: Giuseppe Chiari,  Stimmate di San Lucia da Narni. Cupola: Luigi Garzi, Gloria di San Giuseppe. Pennacchi: Luigi Garzi, Sposalizio della Vergine, Cristo tra i dottori Adorazione dei Pastori e Sogno di San Giuseppe. Ai lati dell'Altare: a sinistra: Vincenzo Felice, Angelo,  a destra: Lorenzo Ottoni, Angelo.