Chiese di Roma Rione Campo Marzio Chiesa di Santa Maria del Popolo Cappella  Mellini 

La cappella, dedicata a S. Nicola da Tolentino, ebbe come primo patronato il celebre giurista Pietro Mellini, appartenente ad una delle più nobili casate romane del Quattrocento, proprietario della maggiore collezione di arte antica dell'epoca. Nel corso del Seicento l'Algardi realizzò due busti (il secondo di Urbano Mellini venne collocato qui nel 1660) su commissione del cardinale Giovanni Garzia Mellini che nel 1623 fece ristrutturare la cappella dotandola di una decorazione ad affresco condotta dal pittore fiorentino Giovanni da San Giovanni, di una incorniciatura a stucco delle pareti e di una risistemazione dei monumenti quattrocenteschi di famiglia. L'originaria pala d'altare realizzata ancora dal San Giovanni contemporaneamente agli affreschi venne sostituita da un dipinto settecentesco di eguale soggetto del Masucci.

Volta:Giovanni Mannozzi da San Giovanni, Gloria di s. Nicola da Tolentino storie della vita del santo (1623- 1624),  affresco. Giovanni Mannozzi da San Giovanni, Le Virtù (1623 – 1624), Affresco (lunette)

Parete destra: Pierre Monnot, Monumento del cardinale Savo Mellini marmo. Giovanni Duknovic detto Dalmata (attribuito) Monumento Mellini (1490),  marmo. Pierre Monnot, Busto di Pietro Mellini (fine sec. XVI). Pierre Monnot, Busto del cardinale Paolo Antonio Mellini. Collaboratore dell'Algardi, Sarcofago con busto di Mellini ( 1637).